Museo dell'Uva e del Vino Montonico

Museo dell'Uva e del Vino Montonico

Museo dell'Uva e del Vino Montonico

Descrizione

Un Museo che diventa simbolo identificativo non solo del borgo, ma di tutta la Valle del Fino. Predomina l'imponente torchio a vite, degli inizi del XIX secolo, donata da una famiglia del paese, e la botte vetusta, costruita in situ dai maestri bottai bisentini tra la fine del XVIII secolo e l'inizio del XIX secolo. Presenti installazioni di arte moderna con i materiali utilizzati per la produzione del Montonico. Cimeli in ceramica, riproduzioni audio e video, vestiti d'epoca e reperti storici narrano la storia  del "Revival Uva e Vino Montonico". 

Il Montonico è il più importante vitigno della provincia di Teramo, oggi Presidio Slow Food,  in passato è stato  progressivamente abbandonato e attualmente, grazie al progetto di recupero,  è tornato a vivere sulle colline da cui era sparito coprendo circa 70 ettari concentrati nei comuni di Bisenti, e Cermignano (Montonico di Bisenti e Poggio delle Rose-Cermignano).Tradizionalmente utilizzata più come uva da tavola, fresca o passita, legandola, grappolo per grappolo, e appesa alle travi delle case che alla vinificazione, negli anni ’30 ne fu decretata la fine sia a causa della fillossera che distrusse le viti sia per la forte emigrazione dei lavoratori. Dal 2010 con il riconoscimento della DOC Abruzzo Montonico è iniziata la produzione di vino a denominazione. I vini prodotti  sono di colore giallo paglierino,  con riflessi ambrati, dai profumi fiorali, fruttati e di vegetale secco. Al palato strutturati, armonici e persistenti, debolmente amari.il vino Montonico migliora notevolmente nella seconda annata di produzione ed è utilizzato per la produzione di un ottimo spumante dal gusto morbido, fresco e vivace, definito "petit champagne" dalla truppe napoleoniche. Nel territorio di produzione l'uva Montonico è utilizzata anche per la preparazione del mosto cotto e della confettura. Alcune fonti scritte riportano notizie sulla coltivazione del vigneto nell'anno 1615.Oggi è coltivato in appezzamenti per lo più familiari. Ad ottobre la comunità di Bisenti organizza il  "Revival Uva e Vino Montonico", uno degli eventi enogastronomici più longevi d'Abruzzo  strutturato in un ricco programma di quattro giorni con mostre, visita alle cantine, degustazioni, musica con gruppi itineranti, stand enogastronomici e carri allegorici con area camper dedicata.  Grazie al sostegno del Presidio Slow Food, i giovani imprenditori hanno recuperato le vigne di famiglia riavviando le coltivazione nel rispetto del disciplinare utilizzando criteri di sostenibilità ambientale.

Modalità di accesso

Si accede alla struttura dal portone principale sito in Piazza Costantini

Come arrivare

Piazza Costantini

mappa

Costi

Non sono previsti costi per l’accesso alla struttura

Orario per il pubblico

Prenotazione tramite la Pro Loco al numero 338 934 9406 ovvero tramite mail: proloco.bisenti@gmail.com



 

Luoghi collegati

Ultimo aggiornamento: 25-03-2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri